I capolavori della letteratura per ragazzi al cinema

Classici senza tempo che hanno fatto la felicità di intere generazioni di giovani lettori hanno ritrovato avventura e magia grazie alle loro trasposizioni cinematografiche.

GUARDA LA GALLERIA

Aspettando Il giardino segreto, dall’omonimo romanzo di Frances Hodgson Burnett (con la regia di Marc Munden e il Premio Oscar Colin Firth), sfogliamo le pagine di cinema che emozionano a ogni età.

L’AVVENTURA DI CRESCERE

Nella storia del cinema sono molti gli adattamenti dei romanzi di formazione. Dolce e raffinata è la versione animata dell’amatissimo classico di Antoine de Saint-Exupery, Il Piccolo Principe uscito al cinema nel 2016, dopo essere stato presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes.

Mark Osborne dirige un film dedicato a bambini e ragazzi, ma prezioso anche per gli adulti, riuscendo davvero a trasmettere il significato dell’essenziale “invisibile agli occhi” attraverso le avventure del piccolo principe, della volpe, della rosa, del serpente, inseriti in una cornice narrativa decisamente attuale.

Arricchito nella versione italiana da una squadra di doppiatori eccezionali (Toni Servillo, Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann, Micaela Ramazzotti, Pif, Stefano Accorsi, Alessandro Siani, Giuseppe Battiston), è il film perfetto da rivedere con tutta la famiglia in home video e digital download, per riflettere insieme su cos’è davvero importante.

Arrivato solo pochi mesi fa al cinema – dopo numerose altre versioni a partire dagli anni Trenta e una primissima versione in muto – Piccole Donne diretto da Greta Gerwig, dall’omonimo libro (1868) di Louisa May Alcott, ha ripercorso la crescita delle sorelle Meg, Jo, Beth, e Amy. Pioggia di premi e apprezzamenti per un film tratto da un classico sul mondo femminile e sul difficile processo di emancipazione delle donne che non smette di ispirare le ragazze di oggi.

Tante anche le trasposizioni del capolavoro della letteratura per l’infanzia (e non solo) di Collodi, l’intramontabile Pinocchio. L’ultima versione è quella di Matteo Garrone (2019), che si è allontanato dall’edulcorata versione disneyana per avvicinarsi molto di più al testo originale. Grande successo di pubblico, anche grazie agli straordinari interpreti (Roberto Benigni, Gigi Proietti, Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini) e alla meticolosa ricostruzione degli scenari.

Nel 2013 a farci sognare era stato il  Pinocchio di Enzo d’Alò, arricchito dai bellissimo disegni di Lorenzo Mattotti e dalle musiche originali di Lucio Dalla.

I CAPOLAVORI DI CHARLES DICKENS

Tante sono le opere dello scrittore inglese riscritte in pellicola. Di grande impatto emotivo soprattutto i suoi romanzi sociali, a cominciare da Oliver Twist (pubblicato a puntate tra il 1837 e il 1839), portato a teatro, in televisione e al cinema. È passato alla storia per essere il primo scritto in lingua inglese ad avere come protagonista un ragazzo, raccontato nella sua condizione infelice in un orfanotrofio, in cui viene maltrattato e da cui scappa, per poi vivere tra i reietti e i criminali e finire persino in prigione. Tra le tante versioni, ricordiamo quella di Roman Polański del 2005.

Al pari di Oliver Twist, David Copperfield (apparso nel 1849) ci racconta la vita e le avventure di un ragazzo costretto a lavorare in fabbrica in una Londra di miseria e criminalità. Il primo film del più popolare (e autobiografico) tra i libri dickensiani è arrivato per la prima volta nelle sale nel 1911. Da allora si sono susseguiti serie tv e film: l’ultimo è il divertente adattamento del regista, sceneggiatore e attore scozzese Armando Iannucci, presentata con successo al Toronto International Film Festival.

La vita straordinaria di David Copperfield, che arriverà in Italia con Lucky Red, torna a narrare le peripezie del giovane Copperfield con un cast d’eccellenza, a cominciare da Dev Patel (star del film da nove Premi Oscar The Millionaire),Tilda Swinton (Oscar migliore attrice non protagonista nel 2008) e il mitico Dr House Hugh Laurie.

LA FANTASIA AL POTERE, DALLE PAGINE ALLA PELLICOLA

Creature mostruose, poteri magici, fenomeni soprannaturali: al cinema la fantasia ha oltrepassato le pagine dei romanzi trasformandole in capolavori dagli effetti speciali.

La saga letteraria della scrittrice inglese J. K. Rowling è diventata una serie di otto lungometraggi (con il maggior incasso di tutti i tempi) a firma di quattro registi diversi. Parliamo di Harry Potter, il racconto delle vicende del giovane mago (interpretato da Daniel Radcliffe) e della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Un successo senza precedenti, che ha dato vita a una vera e propria community globale di appassionati.

Altro kolossal tratto da un romanzo è Il Signore degli anelli. L’incredibile saga nata dalla mente geniale di J. R. R. Tolkien è diventata una trilogia diretta dal regista Peter Jackson. Tra i più ambiziosi progetti della storia del cinema (per budget impegnato e anni di lavorazione), ha trasportato il pubblico nella Terra di Mezzo con un racconto avvincente ed epico, sicuramente una delle più straordinarie trasposizioni cinematografiche.

Anche la serie di romanzi scritti da C. S. Lewis (1950) Le cronache di Narnia, è stata trasposta in tre film: Il leone, la strega e l’armadio (2005); Il principe Caspian (2008); Il viaggio del Veliero (2010). Le spettacolari avventure hanno appassionato i ragazzi di tutto il mondo, confermando quanto produttivo sia il connubio letteratura-cinema.

DAL 1911 A OGGI: LA BELLEZZA DI UN GIARDINO MISTERIOSO RIVIVE AL CINEMA

Uno dei classici della letteratura per ragazzi che non ha perso bellezza nel tempo è Il giardino segreto. La scrittrice anglo-americana Burnett lo pubblicò nel 1911. La storia della piccola Mary Lennox, bambina di nove anni orfana di genitori affidata allo zio vedovo che, proprio nel castello del burbero uomo scopre un giardino incantato a cui accedere tramite una porta nascosta nell’edera, ha catturato i lettori di tutte le età.

E non poteva mancare l’attenzione da parte del cinema, che a questo tenero romanzo ha dedicato diversi film, a partire dal lungometraggio muto The Secret Garden del 1919. Da allora, altri omaggi si sono susseguiti, in televisione come sul grande schermo.

Ci sono state la versione del 1949, diretta da Fred M. Wilcox e quella del 1987, in cui lo stesso Colin Firth – che ritroviamo nei panni dello zio tutore della bambina nella trasposizione firmata dal regista Marc Munden – interpreta il cugino Colin da adulto. Il seguito, intitolato Ritorno al giardino, è uscito nel 2001, dopo essere stato preceduto nel 1995 dalla versione di Agnieszka Holland, con la star di Downton Abbey, l’attrice inglese Maggie Smith.

L’ultima versione de Il giardino segreto, di prossima uscita, annovera nel cast il Premio Oscar Colin Firth e Julie Walters (Mamma mia!, Harry Potter), mentre la piccola protagonista Mary è interpretata da Dixie Egerickx. Accanto a lei Edan Hayhurst (il cugino Colin), Jemma Powell (la governante di casa) e Lee Starkey (il contadino).

Un giardino straordinario, sintesi di sogno ed evasione, prende forma dalle pagine di un libro. Per fiorire ancora, nell’incanto del cinema.

Contatti

Lucky Red srl

Largo Italo Gemini 1
00161 Roma

T. 063759441
F. 0637352310