Dalla pagina allo schermo: 15 film per celebrare la Giornata Mondiale del Libro

Il 23 aprile in tutto il mondo si celebrano i libri e le emozioni della lettura. Oggi più che mai stiamo riscoprendo il potere delle pagine scritte, possiamo permetterci di viaggiare magicamente con la fantasia, di guardare dentro noi stessi e di conoscere meglio gli altri… ma da sempre il Cinema attinge alla letteratura per dare vita su pellicola a storie meravigliose.

GUARDA LA GALLERIA

Festeggia con noi la Giornata del libro: ti consigliamo i titoli Lucky Red da rivedere in home video e digital download… per ogni film, un libro da riscoprire.

Per chi ama le storie di donna

Molto spesso le attrici lamentano la mancanza di personaggi femminili forti. In loro soccorso arriva proprio la letteratura, che nel corso degli anni ci ha regalato protagoniste eccezionali.

Lo splendido Carol di Todd Haynes è tratto da The Price of Salt: il secondo romanzo – scritto nel 1952 sotto pseudonimo – della celebre e amatissima Patricia Highsmith. Un nome caro ai cinefili: le sue pagine hanno ispirato ben 14 film, tra cui Delitto per delitto – L’altro uomo di Alfred Hitchcock e la fortunata saga hollywoodiana incentrata su Mr. Ripley.

In Carol Patricia Highsmith racconta l’incontro tra Therese Belivet – commessa in un grande magazzino con un destino che sembra già scritto e un fuoco che le brucia dentro – e la raffinata Carol, una cliente raffinata e affascinante, dalla vita felice solo in apparenza.

Dal primo sguardo fino all’esplodere di una passione che sfida i pregiudizi borghesi della New York degli anni Cinquanta: ad ogni scena ci emozioniamo, soffriamo e ci innamoriamo di Carol e Therese, grazie anche alle incredibili interpretazioni di Cate Blanchett e Rooney Mara. Per questo film le due attrici hanno fatto incetta di meritatissime nomination, dall’Oscar al Golden Globe. Al Festival di Cannes, dove il film è stato presentato in anteprima mondiale, Rooney Mara è stata premiata per la Miglior Interpretazione Femminile.

Se Patricia Highsmith è un simbolo della letteratura americana, Elena Ferrante è senza dubbio la firma italiana più celebre al mondo. Tutti conoscono la celeberrima saga de L’Amica Geniale, diventata ora una serie co-prodotta da HBO e un clamoroso successo negli USA, ma sin dall’esordio la misteriosa scrittrice partenopea ha ispirato il cinema.

L’Amore Molesto viene pubblicato nel 1992: appena 3 anni dopo Mario Martone porta sul grande schermo la storia cupa di Delia, costretta a rientrare a Napoli dopo il suicidio per annegamento della madre.

Una Napoli tentacolare, dove Delia – una grandissima Anna Bonaiuto, premiata con il David di Donatello e Nastro D’argento – si muove nel suo vestito rosso, perdendosi tra i vicoli e tra un passato dalle molte, terribili, ombre.

L’oscurità blandisce – e in qualche modo cattura – anche Michèle, la protagonista del romanzo Oh… di Philippe Djian, che ha ispirato Paul Verhoeven per Elle.

Nessuno meglio di Isabelle Huppert poteva interpretare questa donna forte e affascinante, che dopo un’aggressione sessuale decide di farsi giustizia, dando il via a un intrigante gioco dove seduzione e vendetta si intrecciano. Il fascino magnetico della diva francese intrappola, seduce e sconvolge: anche per lei una pioggia di nomination, che culminano in un Golden Globe e un Premio César.

Per il suo film Il segreto, dal romanzo di Sebastian Barry , il regista Jim Sheridan sceglie un’altra regina del cinema: il Premio Oscar Vanessa Redgrave.

È lei a interpretare l’anziana Roseanne McNulty, segregata da 50 anni in un ospedale psichiatrico; la sua tragica storia emerge dalla pagine di un diario, che ci riporta alla Seconda Guerra Mondiale, quando Roseanne è una giovane donna (di nuovo la bravissima Rooney Mara) passionale e tormentata, che verrà punita in modo crudele per aver seguito il suo cuore.

Per chi ama le storie vere

Prima del film c’è il libro… ma in alcuni casi all’origine c’è la vita vera, capace spesso di superare la fantasia.

Un’amicizia “larger than life”, dove palcoscenico e vita si intrecciano indissolubilmente, è quella tra Stanlio & Ollio, raccontata da John McCaibe nell’unica biografia autorizzata della mitica coppia, diretta sul grande schermo da John S. Baird.

La difficile impresa di interpretare la premiata ditta Laurel & Hardy è affidata a Steve Coogan e John C. Reilly: tra risate e malinconia, la missione è decisamente compiuta.

La due volte Premio Oscar Cate Blanchett è invece la giornalista Mary Mapes in Truth – Il prezzo della verità tratto dalle memorie della produttrice di CBS News.

Mapes, l’anchorman Dan Rather (un sempre splendido Robert Redford) e tutta la redazione sono al centro di uno scandalo che scoppia in seguito alla messa in onda di un reportage investigativo che accusa il Presidente George W. Bush di negligenza durante il servizio come pilota nella Guardia Nazionale dell’Aeronautica.

Un’altra attrice da Oscar – la leggendaria Judi Dench – è chiamata a interpretare la drammatica storia di Philomena di Stephen Frears.

Basato sulle pagine del giornalista Martin Sixsmith, il film accende i riflettori sulle ragazze madri che trovavano asilo nei conventi in Irlanda, dove venivano costrette a dare in adozione i loro bambini: Philomena Lee, 50 anni dopo, si metterà alla ricerca del figlio aiutata proprio dal giornalista.

Fanny Ben-Ami ha invece raccontato in un’autobiografia la sua incredibile avventura di ragazzina in fuga dalla persecuzione razziale.

Ne Il viaggio di Fanny di Lola Doillon la seguiamo – insieme alla sorellina e a coetanei accolti nella stessa colonia – in una rocambolesca fuga dalla Francia alla Svizzera, dove troveranno protezione e salvezza.

Il difficile rapporto quotidiano tra padre e figlio adolescente è infine al centro de Gli Sdraiati, tratto dalle pagine di Michele Serra.

Non un libro autobiografico, ma una riflessione ironica – senza perdere la tenerezza – che nasce dall’esperienza come padre. Dopo il successo del monologo Father and son in teatro, Claudio Bisio torna anche nel film di Francesca Archibugi come protagonista.

Gli sdraiati film

Per chi ama i grandi scrittori

Il passaggio da libro a film o non è mai facile, ma quando ci si deve confrontare con scrittori dalla fama mondiale – e a tratti controversa – la sfida è ancora più ardua.

Non si tira indietro Oskar Roehler, che nel 2006 decide di trasporre sul grande schermo Le particelle elementari di Michel Houellebecq: una storia dai toni forti che ha diviso la critica, diventando però un caso letterario mondiale, tradotto in decine di paesi.

Anche Mikael Håfström accetta la sfida. Partendo da un racconto breve di Stephen King (il più cinematografico degli autori, con oltre 60 adattamenti) gira 1408. Il numero riporta a una misteriosa stanza d’albergo dove è vietato entrare; lo scrittore protagonista decide di contravvenire alla regola… con conseguenze ad alta tensione.

Grazie a Barry Jenkins – che già aveva attinto a un testo teatrale per il suo film da Oscar Moonlight – riscopriamo invece uno scrittore straordinario e ingiustamente poco celebrato. Se la strada potesse parlare è tratto da James Baldwin: la Beale Street del titolo originale è quella di Harlem, New York, il quartiere afroamericano dove lo scrittore è cresciuto.

Lì la giovane Tish e il fidanzato Fonny, sognano un futuro insieme. Quando Fonny viene arrestato per un crimine che non ha commesso, Tish, che ha da poco scoperto di essere incinta, fa di tutto per scagionarlo, con il sostegno incondizionato di parenti e genitori.

Per chi ama i capolavori per tutte le età

L’amore per i libri nasce da piccoli, si sa. Ci sono però capolavori che continuano ad emozionare, senza limiti anagrafici… anche sul grande schermo.

Come non citare Il Piccolo Principe? Dando vita alle pagine di Antoine de Saint-Exupéry, Mark Osborne ci ricorda che tutti i grandi sono stati i bambini, avvalendosi nella versione italiana di un cast stellare di doppiatori.

O ancora il leggendario Pinocchio: Enzo d’Alò racconta la meravigliosa storia nata dalla fantasia di Collodi, rendendola ancora più magica grazie ai disegni di Lorenzo Mattotti e alle musiche originali di Lucio Dalla.

Prepariamoci infine – quando sarà possibile tornare nella sale – a riscoprire al Cinema due romanzi per ragazzi amati in tutto il mondo: Il Giardino Segreto – dal romanzo di Frances Hodgson Burnett – e La vita straordinaria di David Copperfield, nato dalla penna di Charles Dickens.

Nell’attesa ti auguriamo buona lettura… e buona visione!

Contatti

Lucky Red srl

Largo Italo Gemini 1
00161 Roma

T. 063759441
F. 0637352310